Giocare a biglie a colpi di schicchera

17 Giugno 2017

logo-giochi-briosi
Giochi Briosi - Giocare a biglie a colpi di schicchera

Con l’arrivo dell’estate e della bella stagione è tempo di biglie.

Bambini, adulti e famiglie preparatevi per passare un pomeriggio all’aria aperta in cortile o in spiaggia.

Ricordatevi che per giocare a biglie uno contro uno è fondamentale essere di numero pari; quindi minimo due massimo quattordici giocatori.

Le famose piccole sfere di circa trenta millimetri sono di diverso tipo, in terracotta colorata o grezza, in vetro smerigliato o trasparente e perfino in plastica.

Ciò che le accomuna, però, è il contenuto: un emisfero colorato è separato da un dischetto di cartone dall’altro emisfero completamente trasparente.

Quindi, preparate la pista di sabbia o di terriccio su cui far scivolare le biglie, si gioca! Pensate prima a quali varianti di gioco far riferimento che, se non lo sapete, ne esistono di
diverse:

– con le “biglie nel mucchio” si traccia sul terreno un cerchio di trenta centimetri al centro del quale ogni giocare pone la propria biglia sopra quella dell’avversario formando un mucchietto. A turno ogni persona deve lasciare cadere la biglia sopra il mucchietto: vince chi riesce a far cadere più biglie raccogliendone un numero maggiore.

– con le “biglie in circuito”, invece, viene tracciato un percorso a ostacoli sulla sabbia: tunnel, sotterranei, ponti, inversioni a U, salite, discese, e chi più ne ha ne metta! Ogni giocatore deve lanciare la propria sfera a colpi di schicchera – colpendola con l’unghia del dito medio che scatta in avanti dopo averlo premuto contro il polpastrello del pollice – cercando di sorpassare le sfere avversarie. Premio per chi segna per primo il traguardo!

– anche con “biglie ad inseguimento” il divertimento non manca: tracciate sulla sabbia una linea di partenza e lanciate in avanti la prima biglia. Il secondo giocatore, come tutti gli altri partecipanti, devono colpirla per non perdere la propria. Il gioco prosegue fino a quando non ci saranno più biglie sul terreno.

Divertente, non trovate?

ADOTTAMI: L’ ABC di chi vorrebbe un cane – Il nuovo gioco per tutta la famiglia!

ADOTTAMI: L' ABC di chi vorrebbe un cane Chi si ricorda l'emozione da piccoli di ricevere in dono il primo animale domestico? Certamente è un momento importante nella crescita di un bambino. Non solo perché un animale domestico cresce insieme a lui ma anche perché è...

20 anni di Toscanacci, il gioco cult sulla Toscana

In Principio Fu l’Idea … CONOSCERE DIVERTENDOSI! A 20 anni dalla prima uscita de I Toscanacci molte cose sono cambiate... Tutto inizia con l’intuizione di una ragazza Belga per la creazione di un gioco divertente ed educativo sulla Toscana. Qualche anno più tardi da...

5 Giochi Briosi da portare sotto l’ombrellone

Vi è mai capitato di trovarvi sotto l’ombrellone e non sapere come ingannare il tempo? Magari siete al mare con la famiglia o con gli amici e ognuno sta facendo cose differenti: chi scorre i social sul telefono, chi ascolta musica, chi prova a risolvere l’ultimo...

Storia dell’uovo di Pasqua

L'uovo rappresenta la Pasqua ovunque nel mondo: dipinto, intagliato, di cioccolato, di terracotta o di cartapesta sono molte le modalità con le quale le uova vengono addobbate o preparate. Ma mentre le uova di cartone o di cioccolato sono di origine recente, quelle...

Imparare giocando: si può fare anche per il Covid-19

E' stato realizzato in questi giorni il secondo gioco da tavolo sulla pandemia da un'idea di Fabrizio Iozzo. Si chiama "DPCM-Il gioco" ed è nato come una parodia per la voglia di esorcizzare questo periodo buio e riprendendo le regole del conosciutissimo "Monopoli"...

Il gioco dell’oca, dai Faraoni ad oggi

Oggi vi raccontiamo la storia del Gioco dell'oca, probabilmente uno dei più conosciuti al mondo, la cui origine, nella forma moderna, risale al XVI secolo. Ne troviamo testimonianza in uno scritto nel quale si racconta che nel 1580 Francesco I de' Medici ne fece dono...